Come garantire la sicurezza DevOps in ambienti CI/CD


22 Settembre 2021 - Il modello DevOps riguarda il miglioramento costante delle funzionalità di un prodotto.Tuttavia per garantire la sicurezza DevOps non è sufficiente implementare nuovi strumenti, ma occorre sfruttare i cambiamenti culturali promossi da DevOps per integrare nel più breve tempo possibile il lavoro dei team di sicurezza.


Il modello DevOps riguarda il miglioramento costante delle funzionalità di un prodotto.Tuttavia per garantire la sicurezza DevOps non è sufficiente implementare nuovi strumenti, ma occorre sfruttare i cambiamenti culturali promossi da DevOps per integrare nel più breve tempo possibile il lavoro dei team di sicurezza.

La metodologia DevOps è il modo migliore per distribuire un'applicazione nell'ambiente aziendale frenetico di oggi. Alcuni team preferiscono persino programmare i rilasci giornalieri nel tentativo di stare al passo con le mutevoli esigenze degli utenti.

Secondo Verizon, il 58% delle aziende ha subito violazioni dei dati nel 2020 e il 41% di queste violazioni si è verificato a causa di vulnerabilità del software. Sebbene il CD garantisca quasi che i requisiti dell'utente saranno soddisfatti, la sicurezza delle app è spesso compromessa nella fretta di fornire l'ultima iterazione di rilascio.

Individuare le vulnerabilità della sicurezza in tali flussi di lavoro non è semplice. Al giorno d'oggi, la sicurezza è una funzionalità del prodotto come qualsiasi altra cosa e tutte le persone coinvolte nel flusso di lavoro DevOps ne sono responsabili. Ecco alcune misure chiave che garantiranno una maggiore sicurezza delle applicazioni in un ciclo di vita DevOps.

Integra la sicurezza ad ogni passo

Tradizionalmente, sicurezza e sviluppo sono mondi diversi. La sicurezza convalida il codice in punti di controllo prestabiliti prima del rilascio e il progetto continua. Tuttavia, in un ambiente CD, i checkpoint periodici porteranno il team di sicurezza a rimanere molto indietro rispetto ai programmi di rilascio.

L'unica soluzione per garantire la sicurezza DevOps completa è incorporare la sicurezza in ogni fase del processo. Ogni squadra deve avere un membro il cui unico compito è garantire il rispetto delle linee guida di sicurezza. Inoltre, un team di sicurezza centrale può sviluppare modelli di codice che sono stati pre-convalidati per la sicurezza.

Pertanto, gli sviluppatori possono iniziare a programmare con funzionalità di sicurezza curate fin dall'inizio. I test automatizzati prima del rilascio del codice ridurranno l'onere affrontato dai team di sicurezza. Creando test standard automatizzati per la sicurezza, gli sviluppatori possono ricevere un feedback rapido e affrontare i problemi entro i loro limiti di tempo.

Da un punto di vista organizzativo, aumentare la collaborazione tra i team di sviluppo e di sicurezza è un buon modo per introdurre entrambi i mondi l'uno con l'altro. Incoraggiare gli sviluppatori ad aumentare le proprie competenze in materia di sicurezza è anche un buon modo per integrare entrambe le funzioni.

Prendi in considerazione la possibilità di promuovere una persona con un background di sviluppo a capo della sicurezza per incoraggiare la collaborazione all'interno della tua organizzazione. Dai ai requisiti di sicurezza un'elevata priorità nel tuo backlog di sviluppo per promuovere una cultura della sicurezza nello sviluppo.

Applica una solida gestione delle modifiche

Un ambiente CD è veloce, ma questo non significa che la gestione del cambiamento debba essere relegata a un livello inferiore. Semmai, la gestione delle modifiche ti aiuta a fornire un prodotto più sicuro perché crea un audit trail che puoi utilizzare per correggere rapidamente gli errori.

Alcuni sviluppatori potrebbero sentirsi spinti a far passare le modifiche all'ultimo minuto, a causa della ricezione tardiva dei requisiti. Tuttavia, implementare un flusso di lavoro di gestione delle modifiche ben documentato per impedire il rilascio di tali implemtazioni aggiuntive.

Una buona gestione delle modifiche identifica la fonte dell'errore, definisce il flusso di lavoro di approvazione delle modifiche e documenta ogni passaggio. Inutile dire che è necessario utilizzare gli strumenti giusti in ogni fase e questi strumenti devono utilizzare una combinazione di rilevamento automatico degli errori e approvazioni manuali.

Ad esempio, se stai utilizzando Kubernetes per gestire la tua pipeline CI/CD, usa uno strumento che ti aiuti a risolvere i problemi nativi di K8s nell'intero stack e a identificare gli effetti a catena. Abbinalo a un processo di documentazione delle modifiche che ti aiuterà a rivisitare i problemi comuni e i passaggi che il tuo team ha intrapreso per risolverli.

Grazie a flussi di lavoro di gestione delle modifiche così robusti, ridurrai i tassi di errore con il passare del tempo e svilupperai best practice che i tuoi team possono adottare immediatamente.

Valuta costantemente la produzione

La maggior parte dei team DevOps si concentra intensamente sulla consegna e dimentica che le versioni di produzione sono ciò a cui gli utenti sono esposti. Il monitoraggio della produzione per i nuovi problemi di sicurezza e i modelli di flusso di lavoro degli utenti è essenziale per sviluppare prodotti migliori. Dopotutto, è da lì che provengono i nuovi requisiti.

Un altro motivo per monitorare la produzione è che i vettori di attacco cambiano continuamente e la tua versione di produzione è quella esposta a minacce mutevoli. Assicurati che il tuo team di sicurezza stia costantemente testando e simulando attacchi al tuo sistema per assicurarti che i tuoi team di sviluppo comprendano la logica alla base dei futuri miglioramenti della sicurezza.

Implementa strumenti di valutazione della vulnerabilità nel tuo flusso di lavoro. Questi strumenti automatizzano il monitoraggio e il test della sicurezza e possono darti una visione dettagliata delle tue attuali debolezze. Il loro utilizzo nel ciclo di vita degli sviluppatori aiuta a eliminare molti potenziali problemi prima che raggiungano la produzione.

Verifica gli accessi alla revisione

I buoni flussi di lavoro DevOps si basano sul modello dei privilegi minimi, in cui l'accesso viene fornito solo a chi ne ha bisogno. I modelli di accesso comune si basano sull'anzianità o sui titoli di lavoro e non hanno senso in un ambiente CI/CD.

Rivedi sempre l'accesso degli utenti periodicamente in modo che non appaiano scappatoie. Prestare particolare attenzione agli utenti a cui sono stati concessi i privilegi di root o amministratore.

Documentare la decisione di concedere tali privilegi e indirizzarli attraverso flussi di lavoro di approvazione. Questi processi creano un audit trail su cui fare affidamento per individuare potenziali errori e problemi.

Conclusione

Il modello DevOps riguarda il miglioramento costante delle funzionalità di un prodotto e la sicurezza. Rivedi le tue pratiche attuali e continua a migliorarle per rimanere all'avanguardia. Soprattutto, integra la sicurezza in tutto ciò che fai e creerai ottimi prodotti che forniranno ai tuoi utenti un ambiente sicuro.



Commenti:

Nessun commento

Accedi al portale per commentare l'articolo. Accedi