Cos'è il ciclo di vita dello sviluppo del software (SDLC)?


12 Agosto 2021 - Il Software Development Life Cycle (SDLC) è un framework che i team di sviluppo utilizzano per produrre software di alta qualità in modo sistematico ed economico.


Il Software Development Life Cycle (SDLC) è un framework che i team di sviluppo utilizzano per produrre software di alta qualità in modo sistematico ed economico.

Prima della nascita del sistema informativo e del suo sviluppo, Frederick Taylor e Henry Gantt ebbero l'idea di gestire i progetti, disegnando il primo diagramma di gestione del progetto nel tentativo di definire un modello di lavoro per attività ripetitive. Il loro approccio verso l'introduzione di una procedura per l'esecuzione dei compiti ci ha permesso di migliorare la produttività nel settore industriale. Gli sviluppatori oggi seguono lo stesso processo per lo sviluppo del software.

Nel corso degli anni, gli esperti riscontrarono la necessità di gestire il processo di sviluppo del software in modo più organizzato. Il loro obiettivo principale era sviluppare una struttura sistematica per snellire il processo e aumentare il tasso di successo dello sviluppo. Poiché il settore è così dinamico, c'è un bisogno costante di aggiornare questo processo in versioni nuove e migliori.

Pertanto, esistono numerose metodologie per lo sviluppo del software, consentendo così una maggiore efficienza. Queste metodologie includono il modello a cascata, il modello agile e altri. Secondo molti sviluppatori, il modello agile è il modello di sviluppo software più affidabile e popolare.

Gli sviluppatori senza un modello ben fondato per il loro processo di sviluppo impiegano diverso tempo per creare uno strumento di successo. Richiedono una struttura impegnativa per gestire i loro compiti e le risorse. Infatti, gli esperti del settore consigliano vivamente di seguire il ciclo di vita dello sviluppo del software (SDLC). In questo articolo vediamo alcuni dettagli su come sviluppare un software efficace attraverso un processo affidabile.

Cos'è il SDLC?

Il ciclo di vita dello sviluppo del software (SDLC) è una procedura standard per eseguire passaggi dettagliati e ideare un software efficace durante tutto il processo di sviluppo. Molti team di sviluppatori seguono questo metodo per soddisfare le esigenze dei clienti in un determinato lasso di tempo, riducendo al contempo i costi e le risorse.

Solitamente il SDLC include diversi passaggi, anche se, a seconda del progetto, gli stessi possono essere combinati, come rimossi o aggiunti, dai stessi sviluppatori. L'obiettivo finale è mantenere alta la concentrazione durante tutto il processo di sviluppo, consentendoti di valutare e migliorare la qualità del software.

Poiché questo processo genera risultati preziosi, molti sviluppatori trascorrono ore su di esso in modo che il loro strumento funzioni senza problemi secondo le aspettative. Oltre a tutti i vantaggi di cui sopra, il ciclo di vita dello sviluppo del software include test per identificare le inefficienze, ridurre i costi e correzione degli errori.

Come funziona il SDLC

Il ciclo di vita dello sviluppo del software è un modo per migliorare la qualità, riducendo i tempi di produzione. Inoltre, definisce i requisiti del tuo progetto. Quando capisci le necessità, puoi anticipare gli errori e trovare la migliore soluzione.

Le ragioni di fondo per concentrarsi su SDLC sono per testare quanto sia operativo il processo di sviluppo del progetto, come funziona il piano d'azione e come è possibile migliorare la cooperazione tra i colleghi all'interno del team.

Dopo aver completato il processo di sviluppo, si esegue la procedura SDLC e si identificano i potenziali problemi. Una volta individuati, si trovano soluzioni e le si implementa. Poiché si tratta di un processo ripetitivo, è necessario ripetere il ciclo di vita finché lo strumento non si allinea con le aspettative. 

Prima di implementare qualsiasi modello per sviluppare e analizzare il software, è necessario determinare se lo strumento è quello giusto per il progetto o meno. Mentre scegli un processo, considera le dimensioni del tuo team, le loro capacità ed esperienza, le dimensioni e la complessità del progetto e come il tuo team si approccia.

Fasi del SDLC

Per rendere il processo di sviluppo efficiente, fluido e produttivo, ci sono passaggi specifici da seguire. Le fasi del ciclo di vita dello sviluppo del software sono i seguenti:

Pianificazione: La prima fase di SDLC prevede il brainstorming o la pianificazione. Inizia il processo con un'idea e discuti con il team i metodi per implementare tali idee. Valuta attentamente il progetto, considerando vari termini, tra cui l'assegnazione di membri ai team, la progettazione di un piano di leadership, la pianificazione di un piano in base agli obiettivi e la valutazione dei costi di manodopera e materiali. Spiega tutti gli elementi essenziali del processo al tuo team in modo che si concentrino sull'obiettivo.

Definizione dei requisiti: Durante questa fase, è necessario definire di cosa tratta il progetto e come rendere fattibile il processo di sviluppo. Oltre a sviluppare un design accattivante e un codice pulito, trovare una soluzione praticabile richiede che il tuo team abbia una comprensione migliore e completa del progetto.

Progettazione e prototipazione: Una volta che i membri del tuo team hanno acquisito bene ciò che devono sviluppare, è il momento di creare il design. Gli ingegneri e i progettisti definiranno il flusso di lavoro e il processo per fornire soluzioni, utilizzando la struttura di base del database. In questa fase, l'obiettivo principale del team è progettare un prototipo per il passaggio successivo.

Sviluppo: Il processo di sviluppo include la codifica e la conversione del prototipo nel software finale. Questo è il processo più lungo nel ciclo di vita dello sviluppo del software. Un singolo sviluppatore può scrivere un piccolo progetto; tuttavia, per progetti più grandi, dovresti abbattere il processo di codifica e dividere le attività di scrittura tra diversi sviluppatori o team.

Puoi tenere traccia delle modifiche dei tuoi sviluppatori in base al codice sorgente. Questa fase include anche la documentazione, che è una guida rapida che spiega perché lo sviluppatore ha utilizzato un pezzo di codice specifico. La documentazione può essere una guida video, una guida scritta o un commento sul codice sorgente. Vedi anche Come scrivere codice di qualità

Test: Una volta che il tuo team ha completato il processo di sviluppo, iniziano i test. Il team di controllo della qualità condurrà test, inclusa l'integrazione del sistema, la funzionalità e l'interoperabilità. Inoltre, assicurano che il codice sia pulito attraverso i test di accettazione dell'utente. Il loro scopo principale è raggiungere gli obiettivi aziendali.

Distribuzione: Questo processo implica l'effettiva installazione e implementazione dei dati e di altri componenti del progetto. Il tempo e lo sforzo necessari per completare questa fase dipendono dalla complessità del software.

Manutenzione: Questa è la fase finale del ciclo di vita dello sviluppo del software e implica la soddisfazione degli utenti finali aggiungendo nuove funzionalità e migliorando le prestazioni attraverso aggiornamenti regolari.

Diversi modelli di SDLC

Sono disponibili numerosi modelli per guidarti con il processo SDLC e ognuno include diversi passaggi. Di seguito, vedremo alcuni dei modelli più popolari con i rispettivi pro e contro.

Cascata: La cascata è il primo modello utilizzato per lo sviluppo del software. Questo modello è costituito da diverse fasi, tra cui la raccolta dei requisiti, la progettazione, la costruzione, il test, lo sviluppo e la manutenzione. Semplice e facile da usare, la cascata ti consente di generare output specifici per ogni fase insieme alle recensioni.

Un altro motivo per scegliere questo modello di ciclo di vita sequenziale è che è adatto a piccoli progetti con istruzioni chiare. Un tale modello è adattabile ma costoso. In questo modello è possibile valutare la fattibilità e la continuità del software.

Agile: Il modello agile risolve numerosi problemi che i modelli tradizionali non riescono a risolvere. Include diversi modelli di processo incrementali e iterativi incentrati sulla soddisfazione del cliente e sull'adattabilità del processo. Lo scopo principale dell'utilizzo di questo strumento è quello di sviluppare software in base alle esigenze dei clienti.

Se il tuo team è altamente qualificato e desideri evitare la documentazione per accelerare il processo di sviluppo, la scelta migliore sarebbero i modelli agili. Questi strumenti sono flessibili e adattabili, ma richiedono molta esperienza per capire come suddividere il prodotto in diverse piccole sezioni nel fornire funzionalità specifiche.

DevOps: Simile al modello agile, DevOps migliorerà l'usabilità e la pertinenza del software combinando diversi strumenti e pratiche. La caratteristica principale di DevOps è che accelera il processo di sviluppo del software in modo da poter sopravvivere più a lungo.

Questo modello include fasi in cui è possibile raccogliere e valutare il feedback degli utenti finali. Uno svantaggio dell'utilizzo di DevOps è che non migliora il processo di comunicazione e collaborazione. Vedi anche DevOps vs Agile.

Punti di forza del SDLC

Utilizzando il ciclo di vita dello sviluppo del software, hai l'opportunità di scegliere il grado di dettagli che il tuo team di sviluppo dovrebbe conoscere, senza fornire tutte le informazioni. Puoi migliorare ulteriormente il processo di lavoro con l'aiuto di uno strumento di gestione del progetto. Ricorda che i modelli SDLC non sono permanenti. Puoi modificare il processo man mano che il team cresce, le circostanze cambiano e l'attività si espande. Inoltre, SDLC aiuta a identificare i metodi migliori per utilizzare in modo efficiente le risorse entro un determinato lasso di tempo e le soluzioni più favorevoli.



Commenti:

Nessun commento

Accedi al portale per commentare l'articolo. Accedi